4 Novembre 2016
Commenti 12
4 Novembre 2016, Commenti 12

DOLORE ALL’ADDOME, SARA’ LO PSOAS?

Scritto da Anita D’Asaro. Postato in Attualità (rubrica salute http://www.65perricominciare.it/attualita-p/649-25-ottobre-2016 )

Lo psoas, ne avete mai sentito parlare? E’ un muscolo che può provocare forte dolore all’addome ed al basso ventre quando si infiamma, si ‘accorcia’ o si irrigidisce. Avevo un dolore fisso all’addome e dopo molti tentativi per capire cosa fosse, il gastroenterologo mi ha detto di sentire un fisioterapista per vedere se la causa era meccanica e quindi muscolare. Sono andata subito dal dott. Emiliano Grossi mio fisioterapista di fiducia che mi ha spiegato e ‘trattato’.

Cominciamo dalle spiegazioni.“Allora dottore ma cos’è questo psoas e come funziona?

Lo Psoas è un muscolo profondo e lungo che si inserisce sulla parte bassa della colonna e scende in basso ed in diagonale passando a livello inguinale, poi sull’articolazione dell’anca e quindi termina sul femore.

“Può provocare dolori forti?”

Assolutamente sì e con espressioni cliniche diverse! Ha stretti rapporti meccanici con la colonna e quindi se qualcosa non funziona può dare dei forti dolori lombari, può determinare dolori all’articolazione dell’anca, all’inguine, pubalgici o che irradiano sulla parte anteriore della coscia, ma anche sintomi che clinicamente possono sembrare ad esempio problematiche di tipo intestinale.

Il muscolo ileopsoas ed i suoi rapporti con l'intestino

Il muscolo ileopsoas (in azzurro) ed i suoi rapporti con l’intestino

A volte la strada è al contrario e particolari infiammazioni intestinali possono determinare un’alterazione meccanica del muscolo Psoas o meglio del muscolo risultante dalla fusione del muscolo Psoas e del muscolo iliaco ( che si trova nella fossa dell’iliaco e sul quale si “poggia” una parte di intestino): il muscolo Ileo-Psoas!

“Come si cura? In cosa consiste il trattamento e quanto dura”

Fortunatamente il trattamento meccanico è semplice dal punto di vista tecnico. Ovviamente deve essere effettuato esclusivamente da un fisioterapista. Se possibile il trattamento deve essere sempre diretto e più possibilmente rivolto alle cause dell’alterazione del muscolo in questione. Per questo un trattamento in “globalità” come quello della “RPG Souchard” è sempre da preferire perché permette di risolvere gli squilibri biomeccanici che porterebbero il problema a ritornare a galla prima o poi. La durata può variare enormemente, si può risolvere una problematica di psoas in una seduta oppure, nei casi più complessi e “globalizzati”, trovarsi a lavorare anche per 5 o 6 sedute. Se si ha bisogno di più tempo è probabilmente perché in quel caso specifico il problema del muscolo psoas è una conseguenza di una causa a volte anche molto lontana nel tempo, che se di tipo meccanico va risolta in terapia.

“Ci sono esercizi da fare a casa”?

Certo! Sono semplici, impegnano pochi minuti e danno immediato benessere! “Nel futuro come ci si può proteggere da simili infortuni? Con della “buona manutenzione” direi! Quella che si può fare da soli, con gli esercizi a casa per l’appunto, per mantenere lo stato di benessere ma anche con dei controlli scadenzati in accordo con il proprio fisioterapista specialista. E’ importante entrare in una mentalità di quello che a me piace chiamare “Prevenzione Posturale e Biomeccanica”: andare dal proprio fisioterapista specialista in RPG una o due volte all’anno ( in situazione di benessere completo) per fare un check-up di tutte le funzioni che concorrono al benessere meccanico del nostro meraviglioso corpo.

Intervista di Anita D’Asaro del 25 ottobre 2016

Emiliano Grossi Fisioterapista – Physiotherapist
PhT B.Sc, Global Postural Reeducation Specialist (GPR).
Teaching staff of italian GPR/RPG Post-University degree
Encharged by the “Université de Thérapie Manuelle” – (France).
Responsible for the development of GPR Souchard method in English.
Certified Spinal Manual Therapist (SMT) – (Australia).
Director of Physical Therapy Division of FisioClinic (Rome).
Curriculum

12 responses on “Dolore all’addome…sarà lo Psoas?

  1. Giuliana grilli ha detto:

    Soffro da più di un anno di dolore lombare e inguinale.Ho contattato vari fisioterapisti ed osteopatia ma nessuno è riuscito a risolvere il mio problema che anzi è aumentato. sono disperata perché oltre al dolore forte nn ho più la possibilità di camminare e di muovermi liberamente.Vorrei sapere se ci sono degli esami specifici da fare per capire se effettivamente è lo psoas che mi provoca dolore. Grazie

    • FisioClinic Roma ha detto:

      Buongiorno Giuliana
      Esistono esami strumentali come la Risonanza magnetica nucleare o l’ecografia per valutare la presenza di stati infiammatori o di alterazione di queste strutture. Questi esami ( qualora non li abbia già fatti) devono però essere inseriti in un razionale clinico elaborato da un professionista che l’abbia valutata bene, con tests specifici e manovre adeguate. In questo modo non dovrebbero esserci grandi dubbi nel capire se il problema è originato da un’alterazione del muscolo ileopsoas o da altro e quindi agire di conseguenza.

      • Loredana Ventura ha detto:

        Da novembre soffro di dolori addominali a livello appendice ma non c’è nessuna infiammazione né dopo colonscopia analisi feci e ecografia è venuto fuori qualcosa.I dolori ogni tanto arrivano ma io è da tempo che sono convinto CHE può essere un problema muscolare

        • FisioClinic Roma ha detto:

          Se è un dolore in fossa iliaca, una volta escluse ragioni di tipo splancnico/apparato digestivo, si possono fare dei test muscolari per capire se sono evocativi e positivi per l’origine del problema. in quel caso si può effettuare il trattamento, che non avendo controindicazioni, ci da anche la conferma di aver inquadrato correttamente il problema.

      • Mari ha detto:

        Buona sera , è da un po’ di tempo che soffro di dolori addominali sul lato destro , dal centro (
        Ombelico) , verso il basso e dolori al basso ventre, verso linguine , sempre destro, in più sto avendo dei dolori nella zona lombare e nella zona destra della schiena ( sopra al fianco per intenderci ) che si irradiano anche alla gamba destra e alla colonna vertebrale . Ho effettuato tac addome completo e vescica per sospetti calcoli ma tutto è nella norma se non nel rene sono
        Presenti
        Degli spot iperdensi, mi chiedevo
        Se questi disturbi che sto avendo possono dipendere dall infiammazione di questo muscolo, in quanto al tatto in quel determinato punto
        Avverto
        Dolore intenso. Grazie

        • FisioClinic Roma ha detto:

          Buongiorno Mari
          Da come descrive i suoi sintomi ed avendo escluso altro anche mediante Tac, potrebbe anche essere interessato il muscolo Possa iliaco. Sarebbe necessario efefttuare u navalutazione clinica con il medico e poi funzionale con il fisioterapista specializzato in RPG Souchard o metodiche che sappiano trattare un’eventuale alterazione di questo muscolo in globalità.

  2. Ketty Capece ha detto:

    Salve e un anno che ho dolori lombari, un anno fa dalla tac addome completo risultavano picfoli diverticoli, ho preso normix tutti i mesi e peggiorava la situazione asacol per 2 mesi senza beneficio dieta stessa cosa. Ho eseguito piu volte analisi del sangue irine e esami feci sempre negative, 2 ecografie addome completo negative. Non si capisce questo dolore da dove 0riviene il dolore e fisso giorno e notte in qualsiasi posizione, ho solo notato che in certi movimenti aumenta. Il medico cons8glia lastre e poi rm alla schiena. Sto andando nel panico mi sono fissata che sia intestino, il gastroenterologo dice che e strano. Che mi consigliate grazie.

    • FisioClinic Roma ha detto:

      Buongiorno Sicuramente seguirei il consiglio del suo medico, eseguendo gli esami diagnstici prescritti e in seguito , se lo vorrà potrà sottoporsi ad un avalutazion presso il nostro centro.

  3. Carmela ha detto:

    Da due anni soffro di dolore/formicolii che vanno dall”inguine sx fino alla fossa iliaca e in alcuni casi al trocantere. Ho fatto Rmn lombare e bacino che è risultato normale. A volte sento una sensazione di rigidità nella parte sx dell’addome. Anche TAC addome con contrasto negativa. Soffro di diverticolite del sigma. Potrebbe essere lo psoas che è irritato?

  4. PAOLINO MELONI ha detto:

    BUONA SERA, SONO MELONI PAOLINO, UN ANNO FA HO FATTO UNA RISONANZA MAGNETICA PER UN CONTROLLO DOPO L’INTERVENTO ALLA COLONNA VERTEBRALE CON INSERIMENTO LE VITI IN DIVERSI DISCHI DELLA COLONNA, E DA QUESTA RISON. MAGN. E’ EMERSO TALI E QUALI L A DESCRIZIONE DEL REFERTO RMN –IN SEDE RETROPERITONEALE AI SOMI – L4 – L5 FORMAZIONE BILOBATA, TRA AORTA ILEO-PSOAS CHE PRESENTA DIAMETRO ASSIALE DI 85 MM CON DIAMETRO ANTERO-POSTERIORE MASSIMO DI 29 MM CHE SI ESTENDE IN SENSO CRANIO-CAUDALE PER 28 MM COMPATIBILE CON CISTOTELE , INVARIATA, DI RECENTE HO FATTO UNA ECOGRAFIA CHE RISULTA QUESTA FORMAZIONE E IL REFERTO DICE CHE QUESTA FORMAZIONE CONTIENE LIQUIDO, MA NON CAPISCE DI CHE COSA SI TRATTA, E MI CONSIGLIANO DI FARE UNA RISPNANZA MAGNETICAATTENDO VOSTRA RISPOSTA GRAZIE E DISTINTI SALUTI Meloni Paolino.-

    • FisioClinic Roma ha detto:

      Buongiorno e grazie della Sua domanda. Purtroppo in questa sede è impossibile darle una risposta corretta. A quanto dice, la diagnosi non è ancora del tutto stata elaborata dai medici. il cistocele POTREBBE essere il responsabile del dolore, ma questo va accertato. Esegua gli esami che le hanno richiesto e ci faccia sapere! a presto. FisioClinic Fisioterapia Roma

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *