fbpx

Fisioterapia Canottaggio

fisioterapia canottaggio

Il canottaggio è uno sport che sia a livello agonistico che amatoriale, richiede un elevato sforzo fisico a carico di molti gruppi muscolari e articolazioni. fisioterapia canottaggio

Le patologie che possono instaurarsi praticando questo sport e che hanno bisogno di una speciale fisioterapia per il canottaggio sono:

  • Dolore alla parte bassa della colonna vertebrale: la lombare è una delle aree più soggette al sovraccarico funzionale ed a traumi dovuti ad un’impropria esecuzione del “ciclo di voga”. Lombalgie, lombo sciatalgie, lombo cruralgie, sindrome del piriforme , dolore sacroiliaco , dolore al coccige, ernie (ernia del disco) sono le principali patologie che interessano quest’area dello sportivo che pratica canottaggio.

    fisioterapia canottaggio osteopatia

    fisioterapia canottaggio

  • Dolore della porzione superiore della colonna vertebrale (cervicale): cervicalgia e cervicobrachialgia.
    fisioterapia canottaggio e canoa

    Cervicale canottaggio

    A causa della particolare postura e del tipo di movimento che comporta il canottaggio e la posizione nell’imbarcazione ( canoa ), è tipico riscontrare contratture dei muscoli della colonna cervicale. fisioterapia canottaggio

  • Dolori e infiammazione ai tendini: l’intenso utilizzo delle leve muscolari mette i tendini a grave rischio di sovraccarico funzionale.
fisioterapia canottaggio

fisioterapia canottaggio

Frequenti sono la tendinite al tendine d’Achille, tendinite del rotuleo, epicondilite, tendinopatie del flessore radiale del carpo, tendinopatie degli estensori (inserzione del carpo ed estensore lungo del pollice) e sindrome di De Quervain e del tunnel carpale.

  • Dolori intercostali: i dolori intercostali sono tipici del canottiere a causa dell’intensa attività a cui è sottoposto tutto il tronco per mantenere un buon “ciclo di voga”.

    respirazione canottaggio fisioterapia

    fisioterapia respirazione canottaggio

  • Dolore all’inguine: come in altri sport, il dolore all’inguine è molto frequente anche nel canottaggio. Potrebbe trattarsi di ernia inguinale degli sportivi, di pubalgia o di dolore allo psoas (muscolo ileopsoas).

Un adeguato trattamento di Fisioterapia specifica per il canottaggio sia per chi lo pratica a livello agonistico che amatoriale, risulta fondamentale non solo per porre rimedio ad eventuali danni da sovraccarico funzionale ma anche per prevenire squilibri posturali futuri che un’attività sportiva così intensa potrebbe causare. I nostri centri di Fisioterapia a Roma e Bergamo, con gli specialisti in fisioterapia per il canottaggio, possono aiutare chi ama il canottaggio ( ma anche la classica canoa, il kayak o il Sup) a ritrovare la salute e continuare a praticare il loro sport preferito.

Ad esempio, un trattamento completo come quello della “RPG Souchard”(Rieducazione Posturale Globale di cui siamo Centro di Fisioterapia di riferimento a Roma e Bergamo) agisce su tutti i problemi che hanno origine o che sono in relazione ad una biomeccanica alterata ed è sempre da preferire negli sportivi perché è diretto a risolvere le cause degli squilibri biomeccanici evitando recidive. Spesso si associa allo Stretching Globale Attivo (SGA) attraverso il quale si riesce a dare al paziente la capacità di autogestirsi, imparando delle auto posture di correzione specifiche per il canottaggio.