Ernia del disco la Cura Senza Intervento

Ernia del Disco: come la trattiamo nel Centro di Fisioterapia FisioClinic di Roma

lumbar-hernia-physiotherapy

Ernia del disco lombare Keywords: ernia discale, lombalgia, sciatalgia, colpo della strega, blocco lombare, lombosciatalgia, cervicale, cervicobrachialgia.

l’ernia del disco, che colpisce più frequentemente la colonna lombare e,  con minore incidenza la zona cervicale, è il risultato della lesione, lacerativa o degenerativa del “cuscinetto” interposto tra una vertebra e l’altra.

ernia rmn ernia lombare fisioterapia

Questo cuscinetto è il disco intervertebrale, formato da una porzione più interna e più gelatinosa, il nucleo e da una porzione più esterna e fibrosa che assicura che il nucleo rimanga all’interno del disco stesso garantendo la sua funzione meccanica di ammortizzatore.

In seguito a sollecitazioni meccaniche scorrette, il più delle volte mantenute nel tempo attraverso posizioni, posture,  gesti ripetuti, gesti atletici, questo cuscinetto viene messo a dura prova! Basti pensare che sollevando un peso di soli 10 kg in maniera scorretta si arriva a mettere un carico di circa 340kg sull’ultimo disco lombare!!! Addirittura stando semplicemente seduti i carichi sulla colonna sono enormi! ( LINK ergonomia).

Un disco che subisce tali sollecitazioni può deformarsi, in generale assottigliandosi e creando delle sporgenze

fisioterapia-colonna ernia lombare

ernia lombare

 laterali ( immaginate un palloncino schiacciato, compresso tra due piani che tende ad allargarsi e sfiancarsi lateralmente)…in questo caso si parla di protrusione discale, ovvero siamo in presenza di materiale che “protrude” verso il canale.

protusione lombare cervicale Fisioterapia

protusione lombare

Dipendentemente dalle strutture anatomiche che questa sporgenza va a sollecitare si può avere un sintomo di diverso tipo. Allo stesso modo, ma in un quadro clinico più severo, quando in seguito a fissurazione della porzione fibrosa del disco, il materiale proveniente dal nucleo si insinua fino ad arrivare direttamente al di fuori della sua sede, si parla di ernia espulsa.

ernia del disco lombare o cervicale

ernia del disco lombare o cervicale

In generale la sintomatologia di cui un’ernia del disco può essere responsabile è irradiata (sciatalgia o “sciatica” a livello degli arti inferiori,  cervicobrachialgia per gli arti superiori) in maniera topograficamente coerente con la radice nervosa che il materiale va a sollecitare.

boy_questionQuindi se non ho un’irradiazione lungo l’arto vuol dire che non ho un ernia del disco? 

 Spine DoctorNO, no è detto! Ci vuole un’attenta diagnosi.

 Un dolore lombare locale anche acutissimo, associato o meno al blocco della zona ( il cosi detto “colpo della strega”) ma non irradiato, va studiato con la stessa attenzione. In questi casi si deve investigare la componente articolare delle stesse vertebre, le faccette articolari, ricche di recettori e che possono giustificare, se alterate sintomatologie come il famoso “blocco lombare”. Oltre a questo ci sono altre strutture che possono inviare fortissimi stimoli dolorosi al cervello a questo livello, come legamenti, tendini e le capsule articolari. Il disco stesso, anche in assenza di alterazioni anatomiche apprezzabili in risonanza magnetica, può inviare stimoli dolorosi attraverso delle radici nervose scoperte in data più recente, presenti nelle fibre più esterne dell’anello fibroso.

girl_question

Ma se invece ho un’irradiazione, allora ho sicuramente un ernia?

 Spine DoctorAnche qui la risposta è NO!!

 Potremmo essere di fronte a tante altre forme compressive periferiche come ad esempio una compressione diretta del nervo sciatico ad opera del m. Piriforme ed in quel caso nel nostro Centro di Fisioterapia Roma sappiamo come affrontarla  (Vedi “Sindrome del Piriforme”)

boy_questionTornando alle ernie del disco, ora ho capito cosa sono…ma quindi come le curate?

Spine DoctorFacendo l’opposto del processo patologico che ha portato la comparsa dell’ernia stessa!

Riportando le vertebre nella situazione in cui non ci sia più la compressione patologica del disco intervertebrale e/o delle faccette articolari!

Quindi, nel centro Fisioterapia Roma non trattiamo il sintomo…cerchiamo quindi di trattare le cause biomeccaniche e di controllo motorio ( neuromuscolari ) che hanno prodotto il suo deterioramento del disco o l’espulsione dell’ernia stessa!

decomprimiamo in maniera precisa e controllata il disco che è eccessivamente compresso per dare la possibilità a tutte le strutture compromesse (Radice nervosa, capsula, legamenti) di mettere in atto quei processi fisiologici di guarigione che altrimenti non potrebbero avvenire ( una struttura che continua ad essere compressa sarà continuamente infiammata, gonfia…più è gonfia e maggiormente è compressa e compressiva!). Contemporaneamente, non in una fase successiva, possiamo riequilibrare le tensioni di tutte le strutture che mantengono queste vertebre nella posizione sbagliata, nel senso della rigidità, del blocco, della compressione, dell’alterazione funzionale e biomeccanica.

girl_questionQuindi non usate macchinari?

Spine DoctorNO, usiamo strumenti molto più sofisticati: le nostre mani ! le mani di specialisti fisioterapisti che hanno dedicato i loro studi ad un percorso di formazione e specializzazione specifico.

 boy_questionMa io ho fatto già tantissime cure, anche manuali, osteopatiche, chiropratiche, a volte manipolative, farmacologiche, ma non riesco a risolvere definitivamente!

 Spine DoctorQuesto forse perché, malgrado le cure già effettuate siano state probabilmente positive e ben effettuate ( e soprattutto correttamente proposte dalle uniche figure legalmente abilitate come il Fisioterapista o il medico), non sono arrivate a ristabilire un equilibrio sufficiente.

 In pratica non sono arrivate alle cause del problema.

 Ridurre una compressione di un’ernia su una radice e di conseguenza il dolore, può essere una questione di poche sedute o pochi giorni (terapie manuali, manipolazioni, osteopatia, anche farmaci antinfiammatori, cortisonici etc.), ma Rieducare un corpo verso una meccanica che funzioni bene, fisiologica,  è tutt’altro!

Ed è appunto una RI-EDUCAZIONE che ci vuole! …e solo cosi si può risalire alla causa di quell’ernia, di quella compressione, a volte molto soggettiva, lontana nel tempo, risultato di aggiustamenti e compensi personali.

Per Curare bisogna Rieducare il corpo e questo vuol dire Rispettare; rispettare i tempi “biologici” del corpo che abbiamo di fronte, dell’essere umano, della persona.

Per questo tipo di cura, esclusivamente esercitata dal Fisioterapista specializzato (l’unico a cui è consentito legalmente), siamo diventati un riferimento non solo a Roma, non utilizziamo esercizi standardizzati o ginnici, con più di dieci anni di successi dalla nostra parte qui nel Centro di Fisioterapia Roma, non ci affidiamo a “mode” che durano pochi anni e portano con se rischi e potenziali danni;   ma utilizziamo un approccio metodologico unico, insegnato e riconosciuto in gran parte del mondo, con 30 anni di “carriera” di successo mondiale, (in Italia, non a caso, storicamente  il primo Master Universitario per Fisioterapisti):

La Rieducazione Posturale Globale Souchard RPG (LINK).

Alcuni esempi di risultato di trattamento:

Caso 1:

Fisioterapia Ernia lombare senza intervento risultato di trattamento

Ernia lombare risultato di trattamento

Paziente con Ernia Lombare L5-S1 di grandi dimensioni, espulsa e parzialmente migrata, fortemente sintomatica, diagnosticata in Rmn e Emg. Deambulazione molto compromessa. Curato con schema cortisonico coerente senza effetto. Sintomo (sensitivo) lombosciatalgico classico completo, no deficit motorio. Inizia Rieducazione Posturale Globale ( RPG Souchard) nel ns centro dopo valutazione e pianificazione. Una seduta alla settimana, salvo le prime due effettuate a distanza di tre giorni. Sintomo risponde positivamente già dopo la prima seduta. Dopo la terza seduta la sintomatologia irradiata è pressoché risolta. Alla sesta seduta si è passati ad una seduta ogni 15 gg. Il pz ripete una Rmn di controllo a 5 mesi. Ernia l5-S1 quasi del tutto riassorbita.

Caso 2:

Fisioterapia Ernia lombare senza intervento risultato di trattamento

Ernia lombare risultato di trattamento

Ernia espulsa e migrata cranialmente L5-S1. Paziente inizia terapia dopo due mesi dalla prima rmn con sintomatologia aumentata e impossibilità a deambulare senza due bastoni canadesi. Dolore lombare, irradiato all’arto in territorio coerente con il metamero interessato dalla grande formazione erniaria. Trattato esclusivamente con metodo RPG Souchard , una seduta a settimana. Torna in seconda seduta senza bastoni canadesi e con netta riduzione della sintomatologia irradiata. Dato interessante è l’evidente sclerosi della subcondrale nella porzione anteriore dei corpi vertebrali L5 ed S1 che denuncia il lungo tempo in cui la colonna ha lavorato in iperpressione anteriore (dovuta alla netta rettificazione lombare che si vede nella prima rmn), con conseguente apertura posteriore ed erniazione del nucleo. Pertanto, e per evitare recidive, si è lavorato molto sulla ripresa di una curva fisiologica ( nella seconda rmn, oltre alla riduzione dell’ernia, si nota come il disco l5-s1 sia molto meno compresso. Nei metameri superiori si notano alla prima rmn numerosi bulging, anch’essi ridotti nella nuova rmn ed espressione aggiunta di una colonna con ridotta componente di schiacciamento articolare.