Drenaggio linfatico manuale - Linfodrenaggio a Roma

Il Drenaggio Linfatico Manuale ( DLM )
di Daniela Saccà
Il Drenaggio Linfatico Manuale ( DLM ) o Linfodrenaggio è una tecnica manuale destinata a stimolare la circolazione linfatica che si effettua mediante manovre manuali sui vari distretti corporei, seguendo il senso fisiologico della circolazione linfatica ed eseguendo una pressione leggera e graduale.

L’edema è un accumulo di linfa nel tessuto interstiziale. L’obiettivo del linfodrenaggio è quello di aumentare la motilità dei vasi linfatici e di promuovere il riassorbimento dei liquidi e delle proteine raccolte nello spazio interstiziale.

La Linfa rappresenta il 15% del peso corporeo, circola nel corpo grazie alla contrazione dei muscoli e dei vasi ed è indispensabile nel drenare tossine verso i gangli linfatici in modo che queste possano essere smaltite nel circuito di eliminazione del materiale di scarto del corpo.

Il linfodrenaggio è un metodo spesso culturalmente assimilato al massaggio. In quanto tale a volte viene eseguito da figure professionali non appartenenti all’area medica che quindi non dispongono di una formazione scientifica rivolta al disequilibrio organico o a specifiche alterazioni patologiche ,più o meno gravi, che possono essere alla base ti tale stasi linfatica. Per questo sarebbe meglio che tale pratica fosse affidata a fisioterapisti esperti che hanno concluso la specifica formazione di specializzazione.

IL METODO LEDUC

Il metodo creato dal Prof. Albert Leduc viene eseguito con lievi e graduali pressioni che favoriscono lo svuotamento dei liquidi in eccesso dai tessuti, promuovendo la motilità dei vasi linfatici rimasti, accelerando il riassorbimento e prevenendo patologie future. I movimenti del DLM utilizzati non somigliano affatto a quelli tipici del massaggio. Si agisce sul sistema linfatico che si trova proprio sotto la pelle. Per questo le manovre eseguite dal fisioterapista, sono molto delicate, poco profonde, ma precise.

INDICAZIONI TERAPEUTICHE:

Il DLM ha un effetto drenante, tonificante e rilassante, per questo motivo può essere applicato a molti pazienti e a diverse patologie. E’ particolarmente indicato nel trattamento degli edemi. Qui di seguito sono riportati alcuni dei maggiori campi di applicazione terapeutica di tale metodica:

  • Edemi agli arti superiori, mono o bilaterali
  • Edemi agli arti inferiori, mono o bilaterali
  • Edemi del viso
  • Edemi post-chirurgici
  • Edemi post-traumatici
  • Edemi post- chirurgia oncologica ( es. interventi di mastectomia )
  • Edemi post terapia radiante/li>
  • Edemi perimalleolari ( caviglia ) per deficit d’appoggio plantare
  • Edemi associati a patologie vascolari periferiche (vene varicose ) e centrali ( edemi cardiaci )
  • Edemi conseguenza di farmaci ( cortisonici, farmaci dell’apparato cardiaco )
  • Edema da immobilità
  • Ritenzione idrica
  • Edemi secondari a patologie infiammatorie

Il DLM può essere anche associato alle altre metodiche riabilitative o kinesiterapiche, laddove coesistano problemi angiologici e circolatori. Si combina anche nel trattamento traumatico del paziente sportivo, nel trattamento post-operatorio o per edemi insorti dopo terapia radiante.

Nel caso di interventi chirurgici il linfedema può essere irreversibile, come nel caso del lindedema post- mastectomia, in cui possono essere rimossi in parte o completamente i gangli linfatici.